Sono riuscita a dire ciao all'estate

Quest'anno dire ciao all'estate per me è stato molto difficile. Capiamoci, a me l'estate come stagione non entusiasma affatto. Dopottutto abito nella piatta pianura padana e estate vuol dire caldo umido, zanzare e cielo bianco lattiginoso. Una schifezza lo so.
Quello a cui mi riferisco è la rilassatezza delle ferie estive, quello svegliarsi leggeri alla mattina dedicando tanto tempo alla colazione e immaginando le avventure che ti aspettano fuori. La mente si svuota dello stress accumulato e si può stare tanto all'aria aperta. Si scoprono posti nuovi e si sta tanto tempo in famiglia.







Mi sono accorta di avere un post in bozza da un mese, volevo raccontarvi delle mie ferie tra Austria, Germania e Dolomiti. Non sono mai riuscita a scriverlo. Sapete perché? Perché scriverlo avrebbe significato considerare le ferie, e l'estate con la sua leggerezza, un capitolo chiuso. E no, non ero preparata. 

Avevo voglia di guardare e riguardare le foto dei posti meravigliosi visitati e avevo voglia di programmare un'escursione diversa ogni domenica. Come abbiamo fatto grazie al meraviglioso settembre appena passato.

Ora ottobre è arrivato e mi sento pronta a lasciar andare le ferie estive, o meglio lo stato mentale delle ferie estive, per ripartire con una nuova stagione che mi piace tantissimo e che, lo so, ha in serbo molte cose belle.

post signature

No comments:

Post a Comment