Ebbene sì, sono ancora qui

Quasi un mese senza scrivere nulla, neanche un post su FB. Giornate intese tra lavoro e famiglia che mi hanno assorbito completamente. Avete presente quando arrivate alla sera e non avete neanche la forza di tenere gli occhi aperti? Quando crollate miseramente sul divano e alle 22:00 siete praticamente già pronte per andare a nanna? Ecco questi sono stati i miei ultimi 3 mesi e mezzo.
Così ho deciso che per ricaricare le energie avevo bisogno di concentrarmi solo su poche cose. 




 

Un po' come capita al nostro corpo quando è in una situazione di pericolo. Sapete come reagisce il nostro incredibile, perfetto, corpo? Grazie ad una scarica di adrenalina l'ossigenzazione si concentra sugli organi indispensabili, cuore e polmoni. Le energie si concentrano , il cuore accellera e il respiro aumenta per affrontare al meglio quello che sta succedendo. E il cervello direte voi? Bhè, il cervello è l'organo che ci differenzia dagli animali, ma in una situazione di pericolo il nostro istinto primordiale prende il sopravvento e fa scattare tutta una serie di meccanismi di difesa che, a ben guardare, non sono diversi da quelli attuati da altri animali.
 
Ecco, io ho fatto così: ho concentrato le mie energie solo in alcuni campi, tralasciando altri. Non che fossi in una situazione di pericolo, per carità, ma ero sotto stress, che a ben guardare possiamo considerare come il grande pericolo della nostra contemporaneità.
Lavoro e famiglia, mi sono concentrata lì e ho dovuto tralasciare altre cose, tra cui il blog.

Ora sono tornata, e prossimamente vi racconterò le mie regole per sopportare e superare i momenti di stress. Pe ora, vi auguro una buona domenica!
post signature

No comments:

Post a Comment